Campagna contro il COTONE KILLER

NO al cotone per criceti

Campagna contro il COTONE KILLER

Cotone KillerCampagna contro il COTONE KILLER: perchè?

Sebbene sia prodotto appositamente per i criceti, venduto in moltissimi negozi di animali e consigliato dai negozianti il Cotone per Roditori è estremamente pericoloso per la loro salute e può rivelarsi addirittura letale.

Purtroppo molte persone (veterinari compresi) non sono a conoscenza degli effetti nocivi che i nidi in cotone possono causare.

Si viene affascinati dal suo aspetto soffice candido e vaporoso come una nuvola, ma con le sue fibre indistricabili può stringersi attorno agli arti, come le spire di un serpente, fino a bloccare la circolazione sanguigna, portare alla cancrena ed alla successiva amputazione delle zampine.

Ma spesso i danni del cotone sono così gravi che la situazione degenera velocemente e non è possibile nemmeno intervenire per tempo con rimedi drastici come l’amputazione di un arto.

Inoltre i criceti inseriscono facilmente il cotone nelle sacche guanciali per trasportarle nella tana, ma data la sua consistenza fibrosa è difficile estrarlo e restando nella guancia può crearsi del pus che impedirà al criceto di mangiare o lo porterà al soffocamento o ad avere blocchi intestinali se ingurgitato per sbaglio.

Il prodotto migliore da usare per il nido del criceto è la carta igienica, oppure i fazzoletti di carta che i criceti possono strappare e tagliuzzare facilmente con i denti.

L’importante è che non siano colorati (l’inchiostro può essere nocivo) né profumati chimicamente.

Non sono quindi da usare i fogli del giornale né stoffe fibrose ed elastiche, vanno molto bene anche i rotoli di cartone interni alla carta da cucina o alla carta igienica ed il fieno apposito.

 

Cosa puoi fare tu!

  • Stampa e diffondi quanto più possibile e a quante più persone ed esericizi commerciali queste informazioni.
  • Se possiedi un sito Internet che parla di animali e di roditori in genere partecipa alla nostra campagna inserendo un avviso ben visibile sulla pericolosità del cotone ed apponi il seguente logo nel tuo sito.
  • Segnalaci siti Internet, libri o negozi che consigliano e promuovono l’uso del cotone, in questo modo li informeremo e gli chiederemo di rimuovere le informazioni errate.