Il comportamento è l’unico mezzo attraverso il quale il criceto può esprimersi, per questo è molto importante conoscerlo.
Guide-Comportamento-Criceto

Come capire il comportamento del criceto

Espandi la finestra per una navigazione veloce tra i contenuti

Solo osservandolo ed imparando a coglierne le differenze, sapremo se c’è qualcosa che non va, che sia la nostra gestione o il suo stato di salute.

 

Il criceto è un animale non particolarmente aggressivo: attacca solo se si sente minacciato o se vive in un ambiente angusto. Se ricevi un morso mentre cerchi di avvicinarlo, sappi che probabilmente hai accelerato troppo i tempi. Rallenta il ritmo e abbi pazienza. Qualora il criceto viva in una gabbia piccola o comunque di dimensione non adeguata, l’unico metodo per ridurre l’aggressività è dargli un alloggio corretto, in quanto il suo comportamento è dovuto semplicemente all’alloggio sbagliato.

 

Verifica SEMPRE le misure della gabbia per essere sicuri che non sia troppo piccola: se lo è, sostituiscila al più presto. Ricorda che la vita di un criceto non è particolarmente lunga: farlo vivere in un trasportino è davvero triste e non dignitoso.

Ma quali sono queste misure?

Le misure minime sono 75 x 45 cm (criceto nano) e 100x50 (Criceto dorato). Se la tua gabbia è più piccola delle misure indicate, visita i nostri consigli per gli acquisti
  • I criceti hanno un sonno piuttosto pesante, non svegliateli di colpo altrimenti è molto facile che mordano. Meglio non disturbarli nemmeno mentre si lavano e in generale evitate di disturbarli quando sono concentrati in altre occupazioni. Del resto che comportamento avreste voi se qualcuno vi svegliasse di soprassalto?
  • Abituateli poco per volta alla vostra presenza soprattutto associando il vostro odore a quello del cibo. Dategli da mangiare alla sera, nelle sue ore di attività in modo che si accorga che glielo state dando. In un secondo momento potrete tentare di dargli un pezzo di frutta o un semino direttamente in mano.
  • Avvicinate la mano sempre dal davanti in modo che possa vedervi, lentamente. Se cercasse di mordervi non fate movimenti bruschi e se vi morde non urlate e quando gli parlate fatelo sempre con un tono di voce basso.

I criceti riescono a dirci più di quello che noi riusciamo a vedere. Basta un po’ di accortezza e la pazienza di esaminare il loro comportameno per capire molto, infatti hanno uno standard comportamentale abbastanza facile da decifrare, quindi ecco una facile guida per le cose più semplici. Ovviamente la guida tratta alcuni casi di facile interpretazione che NON sono validi al 100% e possono cambiare da soggetto a soggetto, tuttavia vi sono dei punti comuni.

Come interpretare alcuni comportamenti del tuo criceto

Sarà capitato a molti che, ad esempio, il criceto prenda e usi la ruota come abitazione per dormire o altro anziché farci ginnastica. Questo significa che gli altri luoghi in cui si potrebbe fare la cuccia sono troppo illuminati: i criceti sono prevalentemente animali notturni e quindi necessitano di avere una zona poco illuminata in cui si possano sentire sicuri dagli attacchi esterni (questo può ridurre notevolmente il fattore di stress di un criceto). L’ideale è una bella casetta in legno, priva di fondo e sufficientemente grande, così che il criceto possa crearsi la sua tana. 

Quando si ergono su due zampe sono invece incuriositi da qualcosa e si mettono appunto in piedi per studiare meglio quello che sta succedendo.

Capita spesso a molti che il criceto cominci a rosicchiare tutto quello che trova, dalle sbarre della gabbia alla ruotina di plastica.

Il significato è molteplice in questo caso: al 90% la gabbia è troppo piccola e va sostituita, oppure nel suo habitat non vi è nulla di rosicchiabile (rotoli di carta igienica terminati, legnetti) o è semplicemente annoiato. E buona norma ogni tanto far uscire il criceto dalla gabbietta e fargli fare un piccolo giretto in un ambiente messo in sicurezza. Il tutto, ovviamente, sotto controllo e avendo sistemato ogni cosa in modo che non possa scappare o infilarsi in qualche anfratto! Ricordiamo invece che il criceto dorato DEVE uscire dal suo habitat per passeggiate serali quotidiane. 

È indice di noia e di ambiente troppo piccolo: generalmente si risolve sostituendo la gabbia con un habitat più grande.

Verificate che non manchi qualcosa nell’habitat (il beverino funziona?) e che la ruota giri regolarmente. Oltre ad un habitat di dimensione adeguata, pensate ad un bell’arricchimento con giochi e svaghi, come ad esempio i tunnel. 

Se dorme a pancia in su forse fa un po’ troppo caldo dove si trova, infatti questi animali essendo abituati a temperature piuttosto rigide sopportano male il caldo e rischiano addirittura di morire per un colpo di calore. Prendete i provvedimenti del caso, mettendo un ventilatore nella stanza che faccia girare l’aria, e usando una bottiglietta di acqua ghiacciata avvolta in un panno da mettere adesa alle pareti esterne della gabbia. Nei criceti in sovrappeso è normale che dormano sempre a pancia in su in quanto il grasso aumenta notevolmente la loro temperatura. 

Spesso li troviamo accovacciati per terra con le orecchie tirate indietro: in quel caso si sentono spaventati o mortificati, magari in quel momento avete alzato la voce o vi è stato un forte rumore. Altre volte questa posizione viene presa perché si sentono minacciati da qualcosa e quindi si preparano a sferrare un attacco con i loro dentini! In queste occasioni parlate al cricetino, tentate di tranquillizzarlo e offritegli un premietto: i criceti sono anime semplici ma vanno rassicurati se si spaventano immotivatamente. 

Squittiscono in continuazione? Significa che qualcosa li sta fortemente infastidendo! Se questo comportamento persiste può essere sinonimo di dolore: è necessario portare il criceto in visita veterinaria presso un esperto di animali esotici

Scappa anche quando si fanno movimenti abbastanza lontani dalla gabbia? Quasi certamente se è un criceto arrivato da poco è ancora spaventato per lo spostamento e non è del tutto ambientato. Se scappa anche quando cercate di afferrarlo significa che ancora non si fida di voi in quel caso bisogna avere molta pazienza e provare prima a dargli qualche semino dall’esterno e pian piano ridurre la distanza finché non mangerà direttamente dal vostro palmo; a quel punto si può precedere pure con qualche carezza e coccola senza infastidirlo troppo. Non abbiate MAI fretta nell’avvicinare un criceto: rispettate i suoi tempi.

Sbadiglia e si addormenta in luoghi scoperti, tipo il centro della gabbia? Complimenti, avete creato un vero paradiso per il vostro criceto e si sente al sicuro e senza minacce è molto rilassato e tranquillo!

Ti piace il nostro lavoro?

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Della stessa serie

Viviamo di spontanee

Se ti piace quello che facciamo, sostieni le nostre attività con un piccolo contributo

Desideri approfondire l'argomento?

Partecipa alle discussioni sul nostro GRUPPO FACEBOOK!

Entra nel gruppo!

Non dimenticare di visitare il nostro a tema cricetico!!!